mercoledì 5 novembre 2014

Mio zio Paolo è una vittima innocente di mafia (e di Prefettura)

Ecco la richiesta di revoca in autotutela presentata dalla mia famiglia per annullare i provvedimenti che hanno portato ad escludere mio zio Paolo Borsellino dallo status di vittima innocente di mafia. La presente è stata rigettata dalla Prefettura di Agrigento nel febbraio del 2014 perché non ci sarebbero elementi nuovi rispetto alla decisione del 2002, ovvero revocare lo status a causa delle dichiarazioni di un falso pentito. Piccolo problema: la sentenza di Cassazione che smentisce il falso pentito è del 2004. Gli animali feriti non guardano in faccia nessuno. Così ci sentiamo e di conseguenza ci comporteremo. Spero abbiate voglia e tempo di leggere l'istanza. Da oggi si ricomincia a combattere perché a volte la Giustizia fa più male dei proiettili mafiosi.