venerdì 21 marzo 2014

XIX "Giornata della memoria e dell'impegno" di Libera

Oggi, XIX "Giornata della memoria e dell'impegno di Libera", in tutta Italia risuoneranno forti i vostri nomi: Giuseppe e Paolo Borsellino, vittime innocenti della mafia. Qualcuno, sentendo per due volte il nome di Paolo, dirà sottovoce: lo hanno già detto. Ma quello accanto lo correggerà: non è il giudice, era un ragazzo di 32 anni che ha mandato a fanculo la mafia, e Giuseppe era suo padre, che aveva il suo stesso sogno. Grazie a Libera e grazie a tutti quelli che ricordano mio nonno e mio zio.

Nessun commento: