domenica 21 aprile 2013

Paolo Borsellino ha vinto

Un colpo di fucile non può fermare le idee di libertà di un ragazzo di 32 anni. Quel colpo di fucile ha trasformato mio zio, Paolo Borsellino, da piccolo imprenditore di provincia siciliana in un esempio per tutti quei giovani che oggi, 21 anni dopo, conoscono la sua storia, una storia di vittoria di cui oggi ricorre l'anniversario. Oggi è la sua festa, il dolore è stato cancellato dall'orgoglio di essere suoi cari. Stateci accanto nella battaglia per il suo ri-riconoscimento come vittima innocente della mafia. Non lasciateci soli.

Nessun commento: