sabato 21 aprile 2012

Vent'anni rubati, di Antonella Borsellino

di Antonella Borsellino

Belle parole, che mi aiutano a essere meno triste però oggi la mia depressione è alle stelle. Sono passati vent'anni, vent'anni rubati alla vita di mio fratello e a noi familiari. A me questi assassini hanno tolto la gioia la spensieratezza e il sorriso. Il ricordo è struggente, la nostalgia di sentira la sua voce, la sua ironia ereditata da mio padre, la sua voglia di fare per migliorare la sua vita, tutto finito per colpa di questi mafiosi di merda. Sarà il tempo che passa ma il mio cuore più che mai vorrebbe giustizia e forse troverò la pace che da vent'anni ho perso. Il mio perdono questa gentaglia non l'avrà mai, ma penso che a loro non interessi, non hanno cuore. Grazie Benny sei riuscito a farmi uscire dal mio immenso dolore ed a impegnarmi affinchè il ricordo di mio fratello edi mio padre sia sempre vivo.

1 commento:

Antonio e Francesca ha detto...

Ciao Antonella, siamo Francesca Inga e Antonino Candela, di Villafranca Sicula, e siamo due Testimoni di Giustizia da 14 anni. Forse tuo figlio Benny ti ha già parlato di noi. Noi con tuo figlio ci conosciamo da anni e lui sa che cosa abbiamo fatto per abbattere alcuni mafiosi e poi farli condannare all'ergastolo. Fra questi c'è anche Emanuele Radosta, condannato a cinquantotto anni di galera. Ci pareva giusto fargliela pagare per le cose orrende che ha commesso, uccidendo e facendo uccidere delle vittime innocenti, come tuo padre. Abbiamo fatto condannare all’ergastolo anche due killer, e altri mafiosi a varie condanne.
Sai, la vita è dura, e noi la stiamo vivendo molto duramente, con la depressione compresa tutta la nostra famiglia, e poi abbiamo e subiamo ancora tante ingiustizie da quello Stato che avevamo aiutato.
Antonella, prima di tutto cerca di avere la forza di combattere la tua depressione. Poi, fai sentire forte la tua voce che prima o poi la verità uscirà fuori, e per tuo fratello ci sarà giustizia. La mafia deve essere sconfitta; ma dobbiamo essere in tanti ad affrontarla per abbatterla del tutto. Solo con l'onesta e una mentalità diversa, nuova dai veri valori cambia la società civile.

Ti mandiamo un caro saluto (anche per tuo figlio Benny).