lunedì 13 giugno 2011

Saggio Free Life 2011, il video



Ecco il video del saggio della palestra Free Life, la palestra di Valeria Grasso, la testimone di giustizia che ha messo in ginocchio il clan Madonia. Quello sotto è il testo letto in apertura.

Centocinquant'anni fa nasceva questa nostra Italia. Tante piccole regioni si univano per dar vita ad un unicum. Una nazione giovane che nonostante i mille problemi quotidiani non molla, caparbia, e va avanti, a testa alta.Una nazione fatta da un popolo orgoglioso e testardo, da giovani che sanno ancora sognare e non sono disposti a venderli, quei sogni.

E' a lei, all'Italia che dedichiamo il saggio di danza 2011 della palestra Free Life, in occasione del 150° anniversario dell'Unità d'Italia. Lo dedichiamo agli italiani e soprattutto ai resistenti, a quelli che non mollano, a quelli che non la danno vinta e vanno fino in fondo; a quelli, insomma, che in questa nostra Sicilia vogliono vivere e non sopravvivere.

Non siamo bravi a parlare, conosciamo bene solo in linguaggio del corpo, della musica, della danza. E una nazione di persone abituate ai sacrifici, al sudore, al lavoro duro vogliamo celebrarla con lo stile giusto, con un genere “povero”, nato per le strade americane, nelle stesse strade in cui i nostri nonni vagavano in cerca di lavoro, con al seguito una valigia e tanti sogni di riscatto.

L'hip hop è un movimento culturale e musicale nato in prevalenza nelle comunità Afro-Americane e Latino-Americane del Bronx, quartiere di New York, verso gli anni 1970. Cuore del movimento è stato il fenomeno dei Block Party: feste di strada, in cui i giovani afroamericani e latino americani interagivano suonando, ballando e cantando.

La fusione dei corpi, la plasticità dei movimenti e il ritmo che ti travolge e prende possesso di te. Questo è hip hop, questo è il ballo della gente, della strada e quello in cui si esibiranno i nostri ballerini: Virginia, Valentina, Chiara, Emilia, Giorgio, Alessia, Miriam e Ginevra. Giovani, giovanissimi italiani e italiane che amano la danza, il sacrificio, il sapore della conquista.

Ci scusiamo fin d'ora per le imperfezioni e le imprecisioni, frutto dei tanti sconvolgimenti accaduti negli ultimi giorni. Ma noi, nonostante tutto, siamo qui, a celebrare l'Italia bella e che resiste, e siamo qui anche per salutare due resistenti doc come Valeria e Margherita a cui dedichiamo ogni passo, ogni nota e anche ogni errore di queste coreografie.

Grazie a loro questa nazione è un pizzico migliore.

Signori e signore, il saggio di danza 2011 della palestra Freelife, ha inzio.

Nessun commento: