lunedì 28 marzo 2011

Bruxelles, 29-30 marzo: “Verso una strategia dell’Unione Europea per il contrasto al crimine organizzato transnazionale”


Domani, per due giorni, al Parlamento Europeo si metteranno le radici per una vera lotta alla mafia a livello europeo. Sarà presentata, infatti, la relazione del Parlamento Europeo sulla criminalità organizzata nell’UE, di cui Sonia Alfano è relatrice. Oltre ad una platea formata da quasi tutti i magistrati antimafia italiani, alcuni dei quali relazioneranno sul tema, sarà ospite del Parlamento anche una delegazione di associazioni giovanili siciliane. Di seguito il comunicato stampa di Sonia Alfano:

Bruxelles, 26 Mar. Giorno 29 e 30 marzo al Parlamento europeo a Bruxelles si terrà un hearing dal titolo “Verso una strategia dell’Unione Europea per il contrasto al crimine organizzato transnazionale“. L’hearing, organizzato dall’eurodeputato Sonia Alfano, sarà un importante momento di confronto e dibattito nell’ambito della relazione del Parlamento Europeo sulla criminalità organizzata nell’UE, di cui la stessa Alfano è relatrice.

Durante la sessione di giorno 29 marzo pomeriggio si confronteranno le istituzioni europee e internazionali competenti in materia di contrasto al crimine organizzato. Saranno presenti, tra gli altri, la Commissaria Malmstrom, il Presidente di Eurojust Williams e il Vice-direttore di Europol Oerting. Invieranno i loro referenti la Presidenza ungherese del Consiglio, la Corte dei Conti Europea, l’OLAF, la Banca Europea per gli Investimenti, l’Interpol e l’UNODC.

Giorno 30 marzo mattina saranno analizzate alcune delle più importanti minacce per l’UE a livello di crimine organizzato e saranno inoltre poste a confronto esperienze di contrasto da diversi paesi europei. Una mini-sessione specifica verrà dedicata alla questione delle ecomafie e alla confisca e al riutilizzo per scopi sociali dei patrimoni della criminalità organizzata.Infine il pomeriggio di giorno 30 verrà trattata la questione della presenza delle mafie italiane oltre i confini nazionali, con particolare attenzione per le criticità esistenti nel contrasto a livello transnazionale. I relatori provenienti dall’Italia saranno i magistrati Nicola Gratteri, Antonio Ingroia, Antonino Di Matteo, Roberto Scarpinato, Cataldo Motta, Franco Roberti. Interverranno inoltre i giornalisti Antonio Nicaso, Petra Reski, Nicola Biondo e, in video, Roberto Saviano.

Essendo scopo dell’hearing quello di individuare le migliori proposte per un contrasto efficace alla criminalità organizzata transnazionale, specie quella di stampo mafioso, a livello UE parteciperanno ai lavori con interventi e domande durante le tre sessioni 40 magistrati italiani provenienti da 18 delle 26 direzioni distrettuali antimafia.

Nessun commento: