martedì 4 maggio 2010

Dalle ginocchia di Berlusconi ad Italia 1

Di Angela Sozio al Grande Fratello si ricordano le notevoli ghiandole mammarie, mostrate da ogni angolazione, i sexy idromassaggi a favore di telecamera e le saune ad alto tasso di ormoni. Qualità indiscutibili che, se non fosse stato per la rivolta dell'ex leader del centrosinistra, Veronica Lario, oggi avrebbero trasformato la sboccata Angela nell'onorevole Sozio, europarlamentare tra le file del Pdl.

Tra il feticismo televisivo e la strada per l'Europa, però, in mezzo si piazzano le ormai celebri foto scattate a Villa Certosa, che ritraevano il cavalier Berlusconi travolto e schiacciato da un harem di donne in cui c'era anche la prorompente rossa. In una foto la si vede, vestita, mano nella mano con il Cav; in un'altra, vestita, compressa su una minuscola panchina, mentre, dietro petti e labbra a prova di galleggiamento, spunta la testa ancora non completamente rinfoltita di Silvio Berlusconi in una immagine molto cattolicamente corretta.

Per gli sventurati che ancora non avessero seguito nemmeno una puntata della nuova edizione de La pupa e il secchione, sarà utile sapere che, tra i giurati (il pregiudicato biondo che fa impazzire il mondo, Vittorio Sgarbi, Platinette (che in confronto agli altri è una pudìca e casta casalinga), Alba Parietti (in corsa per sostituire Veronica alla guida del Pd) e Claudio Sabelli Fioretti, c'è anche lei, Angela Idromassaggio Sozio. Un risarcimento con gli interessi dopo la mancata candidatura per colpa della moglie comunista di Berlusconi, che a liste ormai definite aveva preteso che Angela ed altre scostumate venissero depennate.

A riportarla nel mondo televisivo che oramai piangeva e si strappava le vesti per la sua prolungata assenza, è stata Barbara D'Urso, avvocato d'ufficio del premier a Pomeriggio Cinque, che mai dimentica di ricordare quante belle cose fa lo pseudo capellone ora per gli sfollati d'Abruzzo, ora per la Grecia. Qualche periodo di riverniciatura televisiva nel salotto della D'Urso e poi via, verso l'imbarazzante accozzaglia di tette, culi e labbra siliconate (perdonatemi) uniti ad un gregge di decerebrati che pur di andare in televisione si fanno umiliare da questa serie di bambole gonfiabili che sembra, ma non è ufficiale, vivano grazie agli impulsi di un pacemaker istallato nella scatola cranica.

So bene che grazie a questo post l'indice di ascolto del programma più brutto di sempre si impennerà di almeno 25 punti percentuali, ma è giusto che vediate cosa abbiamo rischiato di mandare in Europa. Dopotutto va bene così: Italia 1 è una rete privata e il premier ci butta dentro chi vuole, soprattutto chi ha avuto modo di esplorare e dunque di conoscere fino in fondo, molto in fondo. Se paga lui a me va benissimo.

3 commenti:

Nathan 2000 ha detto...

Il problema è che uno come Minzolini lo paga lui ma coi soldi nostri!!!!!
Antonio Bevilacqua

Matteo ha detto...

Gli italiani non possono fare a meno di certi programmi e certi personaggi. La Sozio me la ricordavo anch'io nelle foto in cui il nano la tastava assieme alle altre. Poi è ricomparsa, a dire il vero, da Frizzi. I soliti ignoti qualche settimana fa...

Danx ha detto...

Nooo da Frizzi noooo...quel "programma" dovrebbe chiamarsi Meteore come quello di Merdaset!
Ma davvero è europarlamentare?
E quando lei lo dice non scoppia a ridere???